Blog  30

Un network di reti d'impatto, amalgamate in un unicum di ideologie e progetti digitali che volgono il proprio orizzonte perennemente al progresso, al “nuovo”, a quanto di bello l’innovazione sa regalarci ogni giorno. È questo l’input che ha costituto e rende Palazzo Innovazione una vera e propria istituzione tra le realtà più “illuminate” del panorama salernitano in termini di approccio e divulgazione alle più svariate idee e realtà digitali. Un nuovo modello di coworking e co-location dove l’innovazione genera connessione, valore e possibilità, che favoriscono il networking e la promozione di nuove sinergie e opportunità di business. 

 

E Palazzo Innovazione si renderà promotore, nei prossimi giorni, di alcuni eventi improntanti sulla divulgazione innovativa presso la storica sede del Complesso Monumentale di Santa Sofia, a Salerno. A partire dal prossimo 3 marzo, in collaborazione con Virvelle, ricominceranno gli appuntamenti con “I Mercoledì del Palazzo”: gli incontri si terranno nell’oramai conclamata versione virtuale, con gli organizzatori delle kermesse speranzosi di poter ben presto riaccogliere professionisti e curiosi presso le sedi preposte. Da marzo a luglio, per due volte al mese, un intenso calendario di seminari incentrati sui temi dell’attualità, divisi per sezione, in cui verrà data voce a personaggi influenti del mondo contemporaneo. A inaugurare il primo ciclo della serie “Territorio” sarà Michelangelo Iossa, con il dibattito “Through Music: Viaggi, storie, persone, pensieri e parole”, mercoledì 3 marzo, dalle 17. I webinar andranno in onda sui canali social di Palazzo Innovazione, con iscrizione gratuita e aperta a tutti.

 

“I mercoledì del Palazzo” verteranno su una serie di incontri gratuiti e aperti ai professionisti del digitale ma anche a giornalisti e studenti. Sessanta minuti con esperti del settore per fare cultura e confrontarsi sugli scenari, strumenti e linguaggi, sfide e opportunità della digital transformation, elemento cui Wonderlab è decisamente legata. 

 

La Digital Transformation va oltre la semplice adozione di nuove tecnologie e permette di erogare servizi, fornire beni, far vivere esperienze, trovare, elaborare e rendere accessibili grandi quantità di contenuti indipendentemente dalla reale disponibilità di risorse (umane, materiali, intellettuali ed economiche, ecc.). Un concetto che il cavallino rampante della startup salernitana intende perseguire attraverso l’utilizzo di tecnologie abilitanti che rientrano nell’ampio contesto dell’Industria 4.0: Big Data & Analytics, Cloud Computing e Intelligenza Artificiale, Cybersecurity, Internet of Things, Realtà Aumentata e Realtà Virtuale. 

 

Gli incontri del mercoledì faranno da apripista ad altre iniziative di rilievo che saranno svelate nei prossimi mesi.

Articoli Recenti